Art. 25 – D.Lgs. 231/01

Peculato, concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità’, corruzione e abuso d’ufficio

[Articolo modificato da L.n.190/2012, L.n.3 del 9 gennaio 2019 e D.Lgs.n.75 del 14 luglio 2020]

Divieto temporaneo di trattare con la pubblica amministrazione (Introdotto da L. n. 3/2019)

Peculato (Modificato da L. n. 69/2015)

Peculato mediante profitto dell’errore altrui (Modificato da D.Lgs.n.75 del 14 luglio 2020)

Concussione (Modificato da L. n. 190/2012 e L. n. 69/2015)

Corruzione per l’esercizio della funzione ( Modificato da L. n. 190/2012, L. n. 69/2015 e L. n. 3/2019]

Corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio ( Modificato da L. n. 69/2015)

Circostanze aggravanti

Corruzione in atti giudiziari ( Modificato da L. n. 69/2015)

Induzione indebita a dare o promettere utilità (Introdotto da L. n. 190/2012 e modificato da L. n. 69/2015 e  D.Lgs.n.75 del 14 luglio 2020)

Corruzione di persona incaricata di un pubblico servizio

Pene per il corruttore

Istigazione alla corruzione

Peculato, concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità’, corruzione e istigazione alla corruzione di membri delle Corti internazionali o degli organi dell’Unione Europea o di assemblee parlamentari internazionali o di organizzazioni internazionali e di funzionari dell’Unione europea e di Stati esteri (Modificato da L. n. 190/2012, L. n. 3/2019 e D.Lgs.n.75 del 14 luglio 2020)

Riparazione pecuniaria ( Modificato da L. n. 3/2019)

Abuso d’ufficio (Introdotto da D.Lgs.n.75 del 14 luglio 2020)

Traffico di influenze illecite (Modificato da L. n. 3/2019)

Procedure D.Lgs. 231/01