Art. 25 – bis – D.Lgs. 231/01

Falsità in monete, in carte di pubblico credito, in valori di bollo e in strumenti o segni di riconoscimento

[Articolo aggiunto da D.L. n. 350/2001, convertito con modificazioni da L. n. 409/2001 e modificato da L. n. 99/2009 e da D.Lgs. 125/2016]

Falsificazione di monete, spedita e introduzione nello Stato, previo concerto, di monete falsificate

Alterazione di monete

Spendita e introduzione nello Stato, senza concerto, di monete falsificate

Spendita di monete falsificate ricevute in buona fede

Falsificazione di valori bollo, introduzione nello Stato, acquisto, detenzione e messa in circolazione di valori falsificati

Contraffazione di carta filigranata in uso per la fabbricazione di carte di pubblico credito o di valori di bollo

Fabbricazione o detenzione di filigrane o di strumenti destinati alla falsificazione di monete, di valori di bollo o di carta filigranata

Uso di valori di bollo contraffatti o alterati

Contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi ovvero di brevetti, modelli e disegni

Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi

Indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e di pagamento (Introdotto da D.Lgs n.21/2018)

Trasferimento fraudolento di valori (Introdotto da D.Lgs n.21/2018)

Procedure D.Lgs. 231/01